Samsung Galaxy S7 Edge esplode!

Proprio quando pensavamo di poter mettere l’intero fiasco della Nota 7 nei libri di storia, sono emersi nuovi rapporti che mostrano che il Galaxy S7 Edge ha preso fuoco a mezzanotte.Tony Morgan e sua moglie Theresa Morgan stavano dormendo nella loro camera da letto quando hanno trovato l’S7 Edge esploso alle 4:30 del 25 giugno.

Samsung Galaxy S7 Edge Explodes!

Se diamo un’occhiata all’anno precedente, abbiamo visto che Samsung aveva interrotto la produzione del Galaxy Note 7 e ne ha richiamato tutte le unità perché il telefono ha iniziato ad esplodere dopo poche settimane/mesi di utilizzo.

Anche hoverboard, iPhone e molti altri dispositivi si trovano esplodere a causa delle batterie agli ioni di litio difettose che vengono utilizzate per alimentare il dispositivo. Così, proprio quando pensavamo di poter inserire l’intero fiasco della Note 7 nei libri di storia, sono emersi nuovi rapporti che mostrano che il Galaxy S7 Edge ha preso fuoco a mezzanotte.

Secondo i rapporti di idahostatesman, Tony Morgan e sua moglie Theresa Morgan stavano dormendo nella loro camera da letto quando hanno trovato l’S7 Edge esploso alle 4:30 del 25 giugno. La moglie di Tony Morgan, Theresa, ha detto che anche Theresa ha un Samsung Galaxy S7 Edge: “È come se fosse esplosa una pistola all’interno”.

Vi consiglio di leggere
I processori Intel "Kaby Lake" sono così potenti che non avrete bisogno di una scheda grafica

Tony Morgan ha detto: “Pensavamo di aver visto del fumo provenire da dietro il comodino, così l’ho tirato fuori e ho scoperto che era il mio telefono. Il telefono era fumante. Ho dovuto prendere un asciugamano per toglierlo perché si stava anche sciogliendo e trasudava un qualche tipo di prodotto chimico”

Tony Morgan ha preso il telefono e l’ha portato fuori, ha detto che il telefono era “trasudava di sostanza secca nera e qualcosa è uscito dalla batteria” con un “odore piuttosto cattivo”.

Beh, Tony Morgan era un ingegnere del software, ha detto di avere due unità di bordo Galaxy S7 a casa, una delle quali era gestita da sua moglie. Ha detto che nessuna delle due unità in casa ha mai incontrato problemi. Tuttavia, l’esplosione aveva distrutto il caricabatterie e lasciato segni di bruciature sul comodino.

Samsung aveva pagato Tony Morgan 944 dollari per coprire il costo del telefono e si era anche offerto di riparare il suo comodino che era andato distrutto a causa di un’esplosione.

Allora, cosa ne pensi di questo? Condividi le tue opinioni nella casella dei commenti qui sotto.