Questa applicazione AR sull’iPhone è dotata di un’illusione ottica super cool

Sappiamo tutti molto bene che la realtà aumentata non è una novità sul mercato, ma, è stata una delle briscole che il gigante tecnologico Apple ha aggiunto al lancio dell’iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X. Ora, secondo gli ultimi rapporti, recentemente uno sviluppatore ha sviluppato una sorprendente applicazione AR (Augmented Reality) per iPhone che presenta un’illusione ottica super cool.

Contenuto mostraQuesta applicazione AR sull’iPhone è dotata di un’illusione ottica super-fantasticaLa realtà aumentata sull’iPhone X

Questa applicazione AR sull’iPhone presenta un’illusione ottica super figa

Non una novità sul mercato della realtà aumentata è stata una delle briscole che il gigante tecnologico Apple ha aggiunto al lancio dell’iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X. Il suo nuovo processore Aion Bionic è stato costruito per offrire elevate prestazioni nel campo della virtualizzazione.

Per sfruttare queste tecnologie disponibili su iPhone X, è stato presentato un interessante progetto, utilizzando un’applicazione chiamata Parallax View. Questo nuovo software e tutto lo sviluppo creato attorno alle tecnologie dell’iPhone X, creano un’illusione di profondità, utilizzando il monitoraggio 3D del volto dell’utente dalla nuova telecamera frontale dell’iPhone.

Realtà aumentata su iPhone X

Questo nuovo concetto all’interno della casa di Apple può portare al mercato una serie di nuove applicazioni che possono cambiare il modo in cui lo smartphone viene utilizzato in alcuni scenari. La realtà aumentata può portare in mano all’utente diversi strumenti che facilitano e integrano in questo elemento capacità non sfruttate.

Vi consiglio di leggere
Facebook Zero Rating come base gratuita temporaneamente vietata in India

Un esempio di questa capacità è l’applicazione progettata da Peder Norrby. L’applicazione sfrutta la telecamera TrueDepth dell’iPhone X per dedurre la posizione 3D degli occhi di un utente.

Utilizzando la posizione degli occhi e lo schermo rettangolare del dispositivo, viene disegnato un punto di fuga non simmetrico della telecamera definendo una proiezione fuori asse che, quando viene utilizzata per il rendering sul dispositivo, permette agli oggetti di apparire davanti e dietro lo schermo del dispositivo.

Come possiamo vedere nel video qui sotto, l’autore spiega come ha sviluppato questa tecnologia e fornisce alcuni esempi di ciò che si potrebbe fare in futuro.

L’autore ha prodotto un articolo completo che comprendeva tutte le informazioni necessarie, nonché il codice e le immagini che illustrano il processo mostrato nel video.

Allora, cosa ne pensi di questo? Condividi semplicemente tutte le tue opinioni e i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.