OMG! Best Buy Stop segreto alla vendita di prodotti Kaspersky

La caccia alle streghe che Kaspersky Lab sta vivendo vive ora un nuovo capitolo, con il passaggio delle paure dal governo statunitense alle società di distribuzione. Come dopo il Congresso degli Stati Uniti, l’FBI e una ventina di agenzie federali, sono ora i principali rivenditori ad essere sospettosi nei confronti di Kaspersky Lab.

OMG! Best Buy Stop segreto alla vendita di prodotti Kaspersky

La caccia alle streghe che Kaspersky Lab sta vivendo vive ora un nuovo capitolo, con il passaggio delle paure dal governo statunitense alle società di distribuzione. Un attacco diretto alla linea di galleggiamento della compagnia russa, che dipende in gran parte dal canale di vendita al dettaglio che vende il suo antivirus.

Protagonista di questo colpo di stato è Best Buy, il più grande distributore di prodotti tecnologici in tutti gli Stati Uniti. Secondo il quotidiano locale StarTribune, l’azienda starebbe rimuovendo i prodotti di sicurezza informatica da Kaspersky Lab dai suoi scaffali e dal suo negozio online.

Secondo un portavoce di un rivenditore, ci sono “troppe domande senza risposta” sui legami della società di sicurezza russa Kaspersky con il governo russo.

Ricordiamo che tutto questo complotto è iniziato a maggio, quando la General Services Administration (GSA) degli Stati Uniti ha reso pubblici i sospetti che Kaspersky Lab potrebbe aiutare il Cremlino ad ottenere informazioni sensibili dalle istituzioni pubbliche statunitensi.

Vi consiglio di leggere
Panasonic Eluga Mark è tutto pronto per competere con Motorola Moto G

In seguito, una commissione del Congresso degli Stati Uniti ha chiesto informazioni a 22 agenzie governative su questa stessa società, prima del timore di distruzione o spionaggio di dimensioni epiche.

Ma l’ultimo passo, che ha dato valore morale e giustificazione a questa decisione strategica di Best Buy, è stata la raccomandazione – emanata dall’FBI (Federal Bureau Of Investigation) – che le aziende private di tutto il Paese smettano di utilizzare questi strumenti di protezione informatica come “minaccia inaccettabile per la sicurezza nazionale”.

Allo stesso tempo, dalla ditta di sicurezza russa Kaspersky Lab sono sempre rimasti determinati nella loro posizione, negando i più grandi, rifiutando qualsiasi favoritismo o aiuto a qualsiasi governo ed essendo favorevoli a collaborare con la giustizia americana per dimostrare la sua neutralità (al punto di offrirsi di mostrare il suo codice sorgente per rassicurare i ricercatori).

Allora, cosa ne pensi di questo? Condividete semplicemente le vostre opinioni e i vostri pensieri nella sezione commenti qui sotto.