Microsoft fa schifo a nominare i prodotti

Sappiamo tutti molto bene che oggi abbiamo un certo numero di applicazioni, servizi e piattaforme che funzionano e che appartengono ad uno degli attuali colossi tecnologici come Microsoft, tuttavia, con il passare degli anni, ci siamo resi conto che i nomi assegnati a tutto ciò che questo, in molti casi, confonde in modo importante i suoi clienti.

Contenuto showMicrosoft Sucks At Naming ProductsGli utenti vengono forniti in bundle con i nomi dei prodotti Microsoft

Microsoft Sucks At Naming Products

Oggi abbiamo un certo numero di applicazioni, servizi e piattaforme che funzionano e che appartengono ad uno degli attuali colossi tecnologici come Microsoft, tuttavia, con il passare degli anni, ci siamo resi conto che i nomi assegnati a tutto ciò che questo, in molti casi, confonde in modo importante i suoi clienti.

Per iniziare possiamo rivedere le diverse versioni di uno dei suoi prodotti di punta, il sistema operativo Windows, dove è stato possibile constatare che l’azienda non è in grado di seguire una nomenclatura coerente e più o meno correlativa.

Da Windows 3.1 è passato a 95, 98, 2000, ME, XP o Vista; mentre i più attuali sono Windows 7, 8 e 10. Non c’è quindi nessuno da chiarire, come è già stato commentato in molte occasioni.

D’altra parte, uno dei più recenti cambiamenti del nome è stato effettuato in una delle sue piattaforme più importanti mentre veniva utilizzato, ci riferiamo allo store ufficiale del suo sistema, il precedente noto come Windows Store, denominazione abbastanza logica; Bene, ora è cambiato in Microsoft Store.

Vi consiglio di leggere
Windows 10 Redstone 6 edifici sono in arrivo "prima di quanto si pensi".

L’aspetto più confuso di questa modifica è che i negozi fisici dell’azienda stessa sono chiamati anche Microsoft Store, chiamando così allo stesso modo il negozio virtuale ufficiale e la sua catena di stabilimenti fisici, è anche un po’ surreale in quanto può portare a confusioni.

Un altro chiaro esempio è che abbiamo potuto vedere uno dei loro progetti inizialmente più ambizioso ed è stato finalmente un completo disastro, stiamo parlando del suo sistema operativo per i dispositivi mobili. Diciamo questo perché è arrivato un tempo in cui molti utenti non sapevano più come chiamarlo, che fosse Windows Mobile, Windows Phone 7 o Windows Phone. Qualcosa di simile è accaduto con un altro dei suoi progetti che è stato finalmente scartato, ci riferiamo alla piattaforma musicale recentemente scomparsa tramite lo streaming stesso da Microsoft.

Gli utenti sono raggruppati con i nomi dei prodotti Microsoft

Mentre all’inizio si chiamava MSN Music, poi è stato cambiato in Zune, per passare a Xbox Music e infine è scomparso con il nome di Groove Music, cambiamenti che in molte occasioni non fanno altro che confondere i propri clienti, non solo perché cambia in quanto tale, ma anche per le nomenclature con cui si decide.

Per non parlare degli ultimi aggiornamenti di Windows 10, questa è un’altra questione: Windows 10 November Update, Windows 10 Anniversary Update, Windows 10 Creators Update, Windows 10 Creators Update e Windows 10 Fall Creators Update.

Vi consiglio di leggere
Google riorganizza tutte le sue soluzioni di pagamento come 'Google Pay'.

Siamo più che abituati a questi termini usati negli aggiornamenti, ma per chi non è troppo coinvolto in questo mondo, sarà difficile sapere se la versione del sistema che gira sul vostro PC è l’ultima o alcune di molti mesi fa, perché se dovete farvi guidare dai loro nomi allora saprete che nomi complicati…