Ex dipendente dell’NSO beccato a vendere uno strumento di hacking di iPhone rubato per 50 milioni di dollari

Sappiamo tutti molto bene che l’iPhone del gigante tecnologico Apple è la pietra di Rosetta dell’attuale era tecnologica. Ed è per questo che molte aziende di sicurezza pagano soldi veri per trovare il modo di intrufolarsi nell’iPhone di Apple. Tuttavia, ora, secondo gli ultimi rapporti, un ex dipendente dell’NSO è stato sorpreso a vendere un iPhone rubato per 50 milioni di dollari.

Ex dipendente dell’NSO Beccato a vendere un iPhone rubato per 50 milioni di dollari

Ogni utente fondamentale dell’attuale mondo tecnologico sa bene che l’iPhone del gigante tecnologico Apple è la pietra di Rosetta dell’attuale era tecnologica. Ed è per questo che molte aziende di sicurezza pagano soldi veri per trovare il modo di intrufolarsi nell’iPhone di Apple.

Tuttavia, ora, secondo gli ultimi rapporti resi pubblici di recente, un ex dipendente dell’NSO avrebbe rubato il potente spyware della società (un strumento di hacking per iPhone ) ed è stato sorpreso a venderlo per 50 milioni di dollari per profitto personale.

Questo lavoro è stato fatto in NSO Group, come ho detto nel precedente paragrafo, una società nota per la vendita di alcuni dei più potenti programmi di spyware e strumenti di hacking al mondo quando si tratta di intrufolarsi nei cellulari senza bisogno di cavi o a distanza.

Vi consiglio di leggere
Campane suonanti Rimborsi Pagamenti per la libertà 251 Acquirenti

Diverse agenzie di intelligence in tutto il mondo hanno pagato milioni di dollari per accedere a questa sofisticata tecnologia che permette di accedere a informazioni private con semplici trucchi: un messaggio di testo ben costruito, un link che arriva attraverso una via conosciuta, e così via.

Forse per questo motivo, un dipendente insoddisfatto della sua situazione in azienda ha visto l’opportunità di trarre un vantaggio personale dalla vendita di uno di questi programmi. Il suo prezzo, di cui ho già parlato: 50 milioni di dollari. Sì, è una cifra disponibile a pochissimi.

Questi fatti sono stati conosciuti attraverso diversi giornali israeliani , secondo la Motherboard, che hanno avuto accesso ai documenti della denuncia (in ebraico) presentata da NSO Group contro il loro dipendente per la fuga di segreti e informazioni riservate.

Se questa situazione verrà risolta, la reputazione del NSO Group sarà ulteriormente danneggiata, in quanto la società è stata criticata in molte occasioni per aver prestato i suoi programmi di spyware a organizzazioni criminali o a stati con scopi discutibili. In Messico , le autorità utilizzano la loro tecnologia per spiare giornalisti e attivisti per i diritti umani. Lo stesso fanno negli Emirati Arabi Uniti per localizzare i manifestanti e le figure che infastidiscono il governo.

L’industria del malware è oggi estremamente redditizia per la sua giovinezza e perché non è regolamentata, il che attira anche profili precisi di programmatori in tutto il mondo. Tuttavia, le conseguenze di ciò possono essere tradimenti o concorrenza sleale. Come è comune per gruppi di questo tipo rubare codice o programmi per guadagno personale.

Vi consiglio di leggere
La versione di Windows da 7 a 10 vulnerabile all'exploit Hot Potato degli hacker

<…