Compagnia di Hacking Telefonico Hackerato dagli hacker! 900 GB di dati rubati

Cellebrite, l’azienda che vende strumenti di digital forensics e di hacking mobile ad altri, è stata essa stessa violata. 900 GB di dati sono stati rubati da un hacker sconosciuto.

Compagnia di Hacking telefonico HACKED DA Hacker! 900 GB di dati rubati

Cellebrite, la società israeliana di spionaggio che fornisce strumenti forensi digitali e software per aiutare le forze dell’ordine ad accedere ai telefoni cellulari durante le indagini, è stata appena violata. Un hacker sconosciuto ha rubato 900 GB di dati.

L’hacker non ha ancora reso pubblico nulla dei dati rubati. I dati rubati comprendono diverse informazioni sui clienti, banche dati e una quantità enorme di dati tecnici relativi ai suoi strumenti di hacking.

Gli hacker stanno cercando di vendere l’accesso al sistema Cellebrite e i dati che hanno violato su alcune chat room IRC selezionate, ha detto l’hacker a Joseph Cox, che è un collaboratore di Motherboard. Joseph Cox ha anche ricevuto una copia dei dati rubati.

Cellebrite ha anche riconosciuto l’hackeraggio e ha rilasciato una dichiarazione pubblica che spiega perché “Cellebrite ha recentemente sperimentato l’accesso non autorizzato a un server web esterno. Il server colpito includeva un backup del database legacy di my.Cellebrite, il sistema di gestione delle licenze dell’utente finale dell’azienda”.

“La società era precedentemente migrata ad un nuovo sistema di account utente. Attualmente, è noto che le informazioni accessibili comprendono le informazioni di contatto di base degli utenti registrati per gli avvisi o le notifiche sui prodotti Cellebrite e le password hashed per gli utenti che non sono ancora migrati al nuovo sistema. Ad oggi, la società non è a conoscenza di un aumento del rischio specifico per i clienti a seguito di questo incidente; tuttavia, si consiglia ai titolari di account my.Cellebrite di modificare le loro password in via precauzionale”.

Vi consiglio di leggere
Vulnerabilità in Samsung SmartThings permettono agli hacker di entrare in casa

Come abbiamo già detto, il nome dell’hacker non è stato rivelato. Cellebrite ha sostenuto che non vi è alcun rischio associato all’hacker e allo stesso tempo ha raccomandato ai suoi utenti di cambiare le loro password. Cellebrite aveva già contattato le forze dell’ordine per cercare le prove dell’hacker.

Allora, cosa ne pensi di questo? Condividi il tuo punto di vista nella sezione commenti qui sotto.